RSS

La procedura di acquisto semplificata, ecco come avverrà a brevissimo !

02 Dic

Swatch entra nel mercato dei dispositivi indossabili in grado di effettuare pagamenti presso i rivenditori, una chiara sfida ai servizi ‘Pay’ offerti da Apple e Samsung. Il nuovo orologio di Swatch, presentato a Shanghai, non ‘smart’, non è ‘intelligente’ quindi non possiamo proprio definirlo ad uno smartwatch. Il dispositivo viene infatti dotato solo dellatecnologia Nfc (Near field communication) che consente di effettuare pagamenti avvicinando il dispositivo ad un Pos.

L’orologio, chiamato Swatch Bellamy, permetterà agli utenti di effettuare pagamenti nei negozi grazie a partnership con China UnionPay e Bank Of Communications. Il debutto è previsto prima in Cina, nel Gennaio 2016, per poi espandersi in Stati Uniti, Svizzera e Brasile grazie alla partnership con Visa . Il prezzo? 580 yuan, pari a poco meno di 100 dollari, stando a quanto dichiarato dall’amministratore delegato di Swatch, Nick Hayek, in un briefing a Shanghai.

L’orologio sarà disponibile in quattro modelli, e si potrà acquistare esclusivamente presso le filiali di Bank of Communications, quindi non nei negozi, perchè al completamento dell’acquisto del device dovrà essere abilitata la funzionalità di pagamento.

Se non è un dispositivo smart come avviene il processo di autenticazione del pagamento? L’orologio integra un chip NFC per la comunicazione col Pos del negoziante, montato sotto il quadrante e funziona in modo simile ad una carta di credito o bancomat.

Il nuovo orologio si chiama Swatch Bellamy in omaggio allo scrittore statunitense Edward Bellamy, che nel 1888 ha pubblicato il romanzo “Guardando Indietro, 2000-1887” in cui per primo ipotizzava la sostituzione dei contanti con carte di credito.

“E’ importante per Swatch avere la sua propria concezione di ‘smartwatch’, in un momento in cui Apple e altre società tecnologiche cercano di costruire beachheads sul polso sinistro,” Luca Solca, analista di Exane BNP Paribas, ha scritto in una nota.

Swatch Bellamy va così ad aggiungersi alla concorrenza di Apple Pay e Samsung Pay, i rispettivi servizi per i pagamenti in mobilità del colosso di Cupertino e sudcoreano. Il mercato dei dispositivi indossabili si prevede raggiungerà quota 32.2 miliardi di dollari nel 2019, rispetto ai 18.9 milioni di dollari dello scorso anno, secondo una stima del ricercatore di mercato IHS.

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 2 dicembre 2015 in Uncategorized

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: