RSS

Lugano si, Lugano no, Malcantone si …..

07 Nov

Probabilmente bisognerebbe affrontare la decantata collaborazione tra differenti enti e associazione con un approccio più orientato alle persone e non ai contenuti.

Mi permetto di proporre un articolo che ho scritto qualche anno fa ma di estrema attualità, buona lettura a tutti

“Sviluppare fiducia nei collaboratori

In questi momenti di incertezza, poter disporre di collaboratori sereni è un valore importantissimo per un’azienda. Ma gli unici che possono creare un ambiente di lavoro sereno siete voi con uno stile di management adeguato.

Sulla rivista francese Management  Caroline Montaigne ci da dei consigli preziosi su come sviluppare fiducia. Essere presenti non è mai stato così importante ! i collaboratori devono trovare nel proprio manager un coach, un punto di riferimento al quale poter trasmettere informazioni e ottenere delle soluzioni o degli aiuti che possano portare a soluzioni. Valorizzare i collaboratori in tutti i momenti della giornata e informare regolarmente tutti. Incoraggiare che propone valorizzandoli e offrendo più responsabilizzazione intesa come indipendenza. Attenzione però che non tutti i vostri collaboratori desiderano indipendenza, ci può essere presso alcune persone delle reazioni inaspettate. Tipiche le crisi di panico dove non si sa più come procedere. Riprendere in mano la situazione e ritornare ad essere il manager coach. Altro punto importante per sviluppare un ambiente basato sulla fiducia è la gestione di se stessi. Pretendere molto da se stessi, gestire i dossier senza dubbi (o meglio senza lasciar presagire dubbi), abituarsi a gestire gli errori degli altri e gestirli aiutando chi sbaglia a trovare la strada giusta per non ripetere l’errore commesso. Coinvolgere tutto uno staff per evitare di ripetere degli errori è anche un buon modello di management che rassicura tutti nel prendersi dei rischi o meglio nel creare fiducia nei collaboratori.
“Management by wandering around” o meglio, la strategia del riconoscimento. Sin dagli anni ’70 da Hewlett-Packard i direttori iniziavano a visitare regolarmente gli atelier di produzione e ad ognuno dei collaboratori veniva indirizzata una frase di ringraziamento per il lavoro svolto. Questo viene riconosciuto come un gesto semplice di riconoscimento del proprio lavoro e contribuisce notevolmente allo sviluppo dell’autostima e della fiducia nei collaboratori. “bisogna valorizzare gli sforzi svolti da ognuno in quanto è solo una squadra che avrà successo e mai un individuo”.

Ecco qualche occasione da prendere al volo per ringraziare dei collaboratori:

  • Un collaboratore ha ottenuto un risultato eccezionale, fatelo sapere a tutti e felicitatevi personalmente di fronte ad altri collaboratori
  • un gruppo è riuscito in un’operazione considerata difficile. Un premio per il gruppo ed il riconoscimento pubblico del successo
  • raggiungimento di obiettivi particolari. Anche nelle vendite, acquisti o nelle finanze si devono riconoscere dei meriti e riferirli all’intera organizzazione

Una volta al mese, un giro per l’azienda, salutare, dar la mano e ringraziare ! ha un effetto di stimolo della fiducia reciproca immediata, a voi valutarne gli effetti.”

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 7 novembre 2018 in Uncategorized

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: